Savio rinnova le certificazioni di qualità e si prepara per il sigillo sulla sicurezza

Savio rinnova le certificazioni di qualità e si prepara per il sigillo sulla sicurezzaUn giorno un tale ha detto che gli esami non finiscono mai. Nulla di più vero: lo sappiamo tutti, e lo sa ancor meglio chi si occupa di certificazioni di qualità. Questi attestati, infatti, sono riconoscimenti che non vanno solo conquistati una volta per tutte, ma mantenuti con periodiche verifiche previste da protocolli molto rigidi e severi. In Savio è da poco avvenuta una di queste verifiche per il rinnovo delle certificazioni ISO 9001, sul sistema di gestione aziendale, e ISO 14001, sulle performance delle politiche ambientali. I tecnici certificatori del TÜV, il principale organismo internazionale in questo settore, ci hanno fatto visita per un audit approfondito, in modo da verificare i diversi aspetti coinvolti nelle due differenti certificazioni.

In entrambi i casi l’esito delle verifiche è stato positivo: i certificati saranno rinnovati e la loro validità sarà dunque estesa ai prossimi tre anni, che saranno scanditi da visite di sorveglianza annuali.

Nello specifico sono stati individuati importanti punti di forza, fra cui la notevole riduzione nei consumi di reagenti e nella produzione di CO2, la scelta di usare vernici antimicrobiche BioCote per i maniglioni antipanico Brunelleschi e Juvarra e le efficaci procedure di gestione del magazzino.

Durante la visita dei funzionari del TÜV è stato condotto anche il pre-audit per la certificazione ISO 18001 OSHAS per la sicurezza aziendale, un insieme di analisi preliminari che costituiranno la base per l’audit di prima fase, fissato per il prossimo luglio, e di seconda fase, in autunno. Questo percorso prevede di portare alla certificazione per la sicurezza entro la fine del 2015. Un sigillo importante lungo la strada di un costante miglioramento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.